La scuola come Auschwitz

Claudio Ticci

Questo capolavoro di demenza è opera di un consigliere comunale della Lega a Borgo San Lorenzo, provincia di Firenze ClaudioTicci.

Voleva esprimere il dissenso sulle misure che il governo potrebbe adottare per il ritorno a scuola dei ragazzi e così ha pensato bene di riproporre l’iconica immagine di Auschwitz-Birkenau con la scritta “La scuola educa alla libertà”. Una demenza. Ticci fortunatamente poi si è scusato di quello che ha fatto.

Il comunicato dell’Associazione Italia Israele di Firenze

“Stiamo assistendo nell’ultimo periodo ad una preoccupante recrudescenza dell’antisemitismo a Firenze – ha scritto in una nota l’Associazione Italia -Israele di Firenze attraverso il presidente Valentino Baldacci- .Due gravissimi episodi a stretto giro. Prima la svastica di fronte alla casa di una famiglia ebrea del Campo di Marte, dunque il post ridicolo quanto vergognoso del consigliere della Lega Ticci, da cui comunque in molti si stanno dissociando. A questo si aggiungono le minacce ad una redattrice del giornale OK! Mugello, colpevole di aver scritto un articolo. Quest’ultimo fatto è la sublimazione: antisemitismo e minacce alla vita di un giornalista, una professione quanto mai necessaria in tempi così bui. Proprio per questo – rimarca Baldacci – come facciamo dal momento della nostra costituzione, dobbiamo combattere l’antisemitismo e la battaglia è ancora lunga ma ignoranza, malafede, pregiudizio o bieco opportunismo non l’avranno vinta facilmente”.

 

 

Condividi