La sfregio di Pomezia
Calpesta l’ebreo, Anna Frank brucia

"Vergognoso quello che è successo a Pomezia, al liceo Pascal e all'Istituto di Largo Brodolini. Lo considero un attacco alla scuola e al suo ruolo educativo. Sono già in contatto con i dirigenti scolastici. Razzismo e antisemitismo non entreranno MAI a scuola". Lo scrive su Facebook la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina. Davanti a due scuole della cittadina laziale sono comparse scritte antisemite. FACEBOOK LUCIA AZZOLINA +++ ATTENZIONE LA FOTO NON PUO’ ESSERE PUBBLICATA O RIPRODOTTA SENZA L’AUTORIZZAZIONE DELLA FONTE DI ORIGINE CUI SI RINVIA +++ ++ HO - NO SALES, EDITORIAL USE ONLY ++

Scritte antisemite sono comparse di fronte all’ingresso di due istituti scolastici di Pomezia, il liceo Pascal e l’istituto Largo Brodolini. “Calpesta l’ebreo” e “Anna Frank brucia”, accompagnate da varie svastiche: sono le due scritte apparse davanti agli istituti, denunciano la Rete degli studenti medi di Pomezia e l’Anpi di Pomezia. E’ un “preoccupante segnale del diffondersi del razzismo e del sentirsi autorizzati a palesare le intolleranze razziali” – sottolineano gli studenti – “Il liceo Blaise Pascal si è subito attivato per condannare queste azioni e per cancellare queste scritte turpi che colpiscono nel cuore la casa degli studenti”.

"Vergognoso quello che è successo a Pomezia, al liceo Pascal e all'Istituto di Largo Brodolini. Lo considero un attacco alla scuola e al suo ruolo educativo. Sono già in contatto con i dirigenti scolastici. Razzismo e antisemitismo non entreranno MAI a scuola". Lo scrive su Facebook la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina. Davanti a due scuole della cittadina laziale sono comparse scritte antisemite. FACEBOOK LUCIA AZZOLINA +++ ATTENZIONE LA FOTO NON PUO’ ESSERE PUBBLICATA O RIPRODOTTA SENZA L’AUTORIZZAZIONE DELLA FONTE DI ORIGINE CUI SI RINVIA +++ ++ HO - NO SALES, EDITORIAL USE ONLY ++

“Si tratta di un atto gravissimo che condanno a nome di tutta l’Amministrazione comunale e spero si possa far luce quanto prima sugli autori di questo vile gesto – dice il sindaco Adriano Zuccalà – A pochi giorni dalla Giornata della memoria, e nella giornata di oggi in cui proprio l’Istituto Brodolini organizza un incontro che vede ospite Gabriele Sonnino, testimone di quella pagina buia della nostra storia, sono rammaricato e indignato per quanto accaduto”. “Non ci facciamo intimidire” il commento di Ruth Dureghello, presidente della Comunità ebraica romana.

(Ansa)

 

Condividi