La Turchia “espelle”
l’ambasciatore israeliano

Eitan Naeh ha ufficialmente presentato le sue credenziali al presidente turco Recep Tayyip Erdogan

L’ambasciatore israeliano ad Ankara Eitan Naeh e il presidente turco Recep Tayyip Erdogan

L’ambasciatore israeliano ad Ankara Eitan Naeh è stato convocato al ministero degli Affari esteri turco ad Ankara e gli è stato chiesto di lasciare la Turchia “a causa dei morti” a Gaza.

 L’ambasciatore Naeh era stato convocato per protestare contro l’uccisione di circa 60 manifestanti palestinesi a Gaza. Secondo l’agenzia statale turca Anadolu, i funzionari del ministero degli Esteri di Ankara gli avrebbero detto che “sarebbe appropriato che lui torni nel suo Paese per un po’ di tempo”, senza specificare una scadenza.
Nella tarda serata di ieri, il governo turco aveva già richiamato per consultazioni i suoi ambasciatori in Israele e negli Stati Uniti.

(Ansa)

Condividi