L’Alta Corte di giustizia respinge
le petizioni contro Netanyahu

il giudice Hanan Melcer, il giudice principale Esther Hayut e il giudice Neal Hendel

di Daniel Harkov –

L’Alta Corte di giustizia ha respinto all’unanimità le petizioni volte a impedire al primo ministro Benjamin Netanyahu di formare un governo a causa delle accuse penali nei suoi confronti o di stipulare un accordo di coalizione firmato con il leader del partito blu e bianco Benny Gantz. Via libera così alla strada per il governo di unità nazionale e del controverso accordo di condivisione del potere.

Il gruppo allargato di 11 giudici ha stabilito che non vi è alcun impedimento legale a Netanyahu che è stato incaricato di formare un governo e di mantenere il ruolo di premier anche con accuse mosse contro di lui in tre casi di corruzione, tra cui la corruzione in uno di essi.

 

Condividi