L’amicizia tra il “nazista” e l’ebrea
Visto in anteprima Jojo Rabbit
In uscita in Italia il 16 gennaio

jojo-rabbit-trailer-ufficiale-mov-1280x720

 di Tullio Ciampa –

Jojo è un ragazzo tedesco timido e impacciato ma fanatico nazista. Vive  con la madre (Scarlett Johansonn) mentre il padre è in guerra. La madre non è quasi in casa , Jojo è sempre solo ed è aiutato dal suo dal suo amico immaginario – Adolf Hitler – che lo aiuta, esortandolo, a superare le situazioni difficili. Jojo ha un odio per gli ebrei nonostante non sappia davvero nulla di loro o non abbia mai incontrato qualcuno della fede ebraica.

81682003_1751539581644046_1179954277875974144_n

Tullio Ciampa

Quindi quando Jojo scopre che la madre nasconde in soffitta una ragazza ebrea è per lui la più improbabile delle circostanze e deve capire cosa fare. Pur credendo veramente di essere un nazista, pur non sapendo davvero cosa significhi, deve decidere se seguire ciò che gli è stato insegnato nell’odiare e cercare di uccidere qualsiasi persona ebrea nonostante sappia che uccidere non è nella sua vera natura, oppure no. Mentre decide, conosce veramente la persona al di là dell’etichetta di “ebreo” e tra i due nasce un sentimento di autentica fratellanza.

xxx

Si intuisce  che alla fine Jojo cambierà il cuore e capirà che non vuole essere un nazista, ma dovrà affrontare un grave dolore prima che i suoi occhi siano completamente aperti .

La sceneggiatura del regista neozelandese Taika Waititi trasforma il romanzo “Caging Skies” di Christine Leunens in un bizzarro miscuglio di ingredienti cinematografici tra il fantasy  la black comedy ed il dramma come già ci aveva abituato in “What We Do in the Shadows”

jojo

Il regista coinvolge molto con l’umorismo all’inizio per poi usarlo in seguito con saggia parsimonia quando la storia si concentra sulla relazione tra Jojo, sua madre ed Elsa (la ragazza ebrea nascosta in soffitta).

Waititi offre una visione anticonvenzionale della tragedia della guerra e dell’Olocausto anche grazie all’uso della musica (spesso con effetti coinvolgenti come heroes di David Bowie nel finale) per cui forse qualcuno delle vecchie generazioni avrà qualche difficoltà a digerirlo.

Tuttavia “Jojo Rabbit” si propone come  uno dei migliori film della stagione invernale grazie anche ad  cast stellare che vede Scarlett Johansonn nella parte della madre di Jojo e Sam Rockwell nella parte del capitano Klenzendorf .

 

Condividi