L’anti israeliano di professione

Moni-Ovadia-2-610x300

Moni Ovadia

di Alessandro Litta Modignani –

Le dichiarazioni, pubblicate il 2 ottobre, di Moni Ovadia su Israele (in un’intervista rilasciata a Giuseppina Manin) sono «vergognose» in senso letterale: ovvero suscitano vergogna.

Alessandro L. Modignani

Il muro in Israele non è stato costruito per «tenere fuori i palestinesi», come sostiene Ovadia, ma per impedire l’ingresso ai kamikaze che si fanno esplodere uccidendo civili innocenti (arabo-musulmani compresi). Gli israeliani non se la prendono con i «palestinesi inermi», ma solo con gli aggressori che mirano a una Palestina «Judenfrei».

moni-e1384146665492

Israele non è affatto razzista, poiché vi convivono varie minoranze di etnie, religioni e le lingue più diverse. Ovadia è liberissimo di lasciare la comunità ebraica, ma non di stravolgere, la storia, la geografia, la cronaca e la verità dei fatti.

(Corriere della Sera)

 

Condividi