L’appello di Gallant agli ebrei
“Scappate dalla Francia
tornate a casa, rientrate in Israele “

1544122584-

di Renato Zuccheri –

In Francia, l’antisemitismo è in aumento. E il ministro dell’Immigrazione di Israele, Yoav Gallant, dopo l’orrore delle 80 tombe profanate in un cimitero ebraico in Alsazia, a Quatzenheim, lancia un appello: “Condanno con vigore l’antisemitismo in Francia e lancio un appello agli ebrei: rientrate a casa, immigrate in Israele”.

90x90_1550578499799.AP19050412908196

Profanato il cimitero israelita di Quatzenheim

In questi giorni, in Francia, si parla spesso di antisemitismo. Il ministro dell’Interno Cristophe Castaner ha comunicato i dati del suo dicastero e ha lanciato l’allarme: gli incidenti antisemiti sono aumentati del 74% rispetto all’anno precedente. Nel 2018 sono stati registrati 541 atti antisemiti: nel 2017 erano stati 311.

Gli atti di questo stampo sono in aumento. In questi giorni, ha fatto scalpore l’aggressione verbale contro il filosofo Alain Finkielkraut durante un sabato di protesta dei gilet gialli.

L’autore del gesto era un uomo identificato come vicino all’estremismo islamico.

Parigi gilet gialli contr

Alain Finkielkraut “aggredito” dai gilet gialli

Ma preoccupano anche altri episodi, come la scritta “Juden” apparsa la scorsa settimana sulla saracinesca di un negozio. Un fenomeno che è confermato anche dai numeri dell’emigrazione dalla Francia verso Israele: nei primi 10 mesi del 2018, 2300 ebrei hanno scelto di trasferirsi nello Stato ebraico per questo motivo.

(Giornale)

Condividi