L’arte della museografia
di Franco Albini

albini-a-milano-copertina

Franco Albini è stato uno dei più importanti architetti italiani, aderente alla corrente del Razionalismo.  E’ stato uno dei più grandi maestri della museografia. Le Gallerie comunali di Palazzo Bianco a Genova negli anni cinquanta fu uno dei primi musei realizzati all’interno di una struttura storica e impostato secondo i principi del Movimento Moderno realizzato con interventi in netto contrasto con l’edificio preesistente, ma che rappresentano comunque un “felice inserimento”.

d55fd6ab93270f7e43e152755017c4b1

Franci Albini

 I suoi musei di Bbpr, di Gardella e di Scarpa, sono tra gli esempi più alti della museografia italiana del dopoguerra e innovano profondamente le tecniche espositive e nel medesimo tempo integrano antico e moderno, assurgendo essi stessi a “opere d’arte in sé”.

a235828dcd61fd0b652f31e779009879

Albini affiancò all’attività di architetto quella di designer  soprattutto di elementi d’arredo, per tutta la carriera. Alcuni mobili, quali la sperimentale libreria intensostruttura (1938) lo pongono come grande innovatore in questo campo.

rinascente_2015-09-2917-52-22

92338a1a9967ae6d633d63ad5018ee6f

Alcuni degli oggetti progettati da Albini, mobili e altri oggetti, tra cui alcune famose maniglie, sono ancora in produzione e sono venduti in tutto il mondo. Ha vinto il premio Olivetti per l’Architettura e  il premio “Royal Designer for Industry” della Royal Society di Londra : E poi per tre volte il prestigioso “Compasso d’oro”.

20102_141_pnate

Federico Bucci

Albini ha avuto  anche un’importante attività didattica, fu chiamato nel 1949 , insieme ad altri architetti importanti  da Giuseppe Samonà allo Iuav  (Istituto Universitario di Architettura di Venezia,  Ha inoltre insegnato al Politecnico di Torino  e al Politecnico di Milano

Un convegno sull’età d’oro della museografia italiana di Franco Albini, curato dal professor di storia ed architettura, vice rettore del Politecnico di Milano,  Federico Bucci si terra a Tel Aviv al “The Withe City Center” (The Liebling House, 29) l’8 dicembre alle ore 20.

 

 

 

 

Condividi