“L’autocoscienza europea
dipende dal rifiuto
della civiltà europea”

69292314_1021

di Giulio Meotti –

“L’autocoscienza europea dipende dal rifiuto della civiltà europea”, dichiara Pierre Manent, docente all’Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales e filosofo francese di rango.

vycfpjctpq53yztavazve4wu_k2qx-5qn-4vwsw101tt06sj1hyj6_pahwef3yw2hs4ptmfgll9j1us2kvaaasupj6hs

“Non vogliamo avere nulla a che fare con le radici cristiane ma siamo perfettamente accoglienti con l’Islam. Nelle discussioni sull’ingresso della Turchia era molto chiaro che non solo il carattere massicciamente islamico (anche prima di Erdogan) non era un ostacolo ma una sorta di motivo, una ragione per far entrare la Turchia. Alla fine sarebbe stata la prova definitiva che l’Europa si era liberata dalla dipendenza cristiana”.

index

Pierre Manent

Sull’immigrazione, Manent dice: “Oscilliamo tra la sala d’aeroporto per benestanti e il campo profughi. Può l’Europa essere costruita come un lussuoso edificio aeroportuale circondato da un campo profughi?”. Aggiungo io che la sala vip verrà travolta dal campo profughi.

66455177_357391198305855_5346773549493256192_n

Condividi