L’Autorità Palestinese senza futuro
Cancellano la storia per vivere d’odio
Spariti gli accordi dai libri di testo

Mappa della Palestina” utilizzata nelle scuole palestinesi gestite dall’Onu. Nel cerchio, Tel al-Rabia al posto di Tel Aviv. Non compare nessuna città ebraica costruita dopo il 1948

Mappa della Palestina” utilizzata nelle scuole palestinesi gestite dall’Onu. Nel cerchio, Tel al-Rabia al posto di Tel Aviv.

Vivendo nella menzogna e nell’odio pensano di cancellare storia. Nascondendo la verità alimentano la speranza di un futuro che non esiste. E, naturalmente, come ogni regime dittatoriale, il piano nasce nelle scuole, nascondendo, mistificando, stravolgendo, mortificando la storia.

indexzzzzzzzzzzzzzzzzzzz

Ed ecco allora che l’Autorità Palestinese ha rimosso dai suoi libri di testo scolastici praticamente ogni riferimento agli accordi di pace firmati con Israele. Secondo IMPACT-se (istituto per il monitoraggio della pace e della tolleranza culturale nell’istruzione scolastica), l’unico accordo che viene ancora menzionato nei libri di scuola per gli allievi dalla prima elementare fino alle superiori in Cisgiordania e striscia di Gaza è l’Accordo “di Oslo” del 1993, comunque descritto in modo meno favorevole e più generico rispetto alle versioni precedenti dei libri.

Secondo il rapporto, i testi non fanno alcuna menzione del protocollo di Hebron del 1997 (che ha ridispiegato le forze israeliane nella città), dell’accordo di Wye Plantation del 1998 (un accordo “terra in cambio di pace” tra il primo ministro Benjamin Netanyahu e il presidente dell’Olp Yasser Arafat), del vertice di Camp David del 2000 tra l’allora primo ministro Ehud Barak e Yassar Arafat, né della Road Map per la Pace del 2003 (un piano che l’allora presidente Usa George W. Bush formulò per arrivare a uno stato palestinese indipendente).

Condividi