Le bugie di Abu Mazen in tv
“Una marcia non violenta
Eppure Israele ha attaccato ”

A Palestinian protester evacuates a wounded man was shot by Israeli troops during a demonstration near the Gaza Strip border with Israel, in eastern Gaza City, Friday, March 30, 2018. (ANSA/AP Photo/ Khalil Hamra) [CopyrightNotice: Copyright 2018 The Associated Press. All rights reserved.]

di Yossy Raav –

Nella tarda serata Abu Mazen compare in televisione. Il volto è scure, le parole velenose, la cronaca dei gravi fatti accaduto al confine naturalmente stravolti. Gli attacchi dei manifestanti, le molotov, le pietre , i tentativi di sconfinamento. Niente di niente. Un copione visto e rivisto. Le demonizzazione di Israele. E l’Autorità Palestinese nel ruolo di vittima.

img816632

Abu Mazen

“Esprimo il mio orgoglio per il sacrificio del popolo palestinese e attribuisco la responsabilità della morte dei martiri di Gaza esclusivamente ad Israele – ha dichiarato Abbas in un discorso televisivo – L’esercito di occupazione ha attaccato manifestanti non violenti che sono andati a celebrare la Giornata della Terra e sottolineare che aderiscono al loro diritto all’autodeterminazione. Le processioni di oggi sono la prova che il popolo palestinese non darà una mano a nessun piano inteso a eliminare il Questione palestinese e che Gerusalemme rimarrà araba”.

Palestinian protesters cover their faces from teargas fired by Israeli troops during a demonstration near the Gaza Strip border with Israel, in eastern Gaza City, Friday, March 30, 2018. (ANSA/AP Photo/Khalil Hamra) [CopyrightNotice: Copyright 2018 The Associated Press. All rights reserved.]

Il presidente dell’Autorità Palestinese ha inoltre dichiarato di aver incaricato l’inviato dell’Ap nelle Nazioni Unite “di chiedere protezione internazionale per il popolo palestinese dal Consiglio di sicurezza e dall’ONU”.

 

 

 

 

Condividi