Le grandi manovre
per la leadership di Hamas
Haniyeh contro Marozouk

zzz

Da qualche mese ormai sono cominciate le grandi manovre per le elezioni del nuovo Politburo che guiderà Hamas. L’annuncio a sorpresa di Khaled Mashaal “l’anno prossimo non guiderò più Hamas, ci sarà un uovo leader” nel settembre scorso durante un seminario a Doha, ha aperto le grandi manovre ed i giochi per la conquista della nuova leadership.

Supporters of Hamas gather during a rally to mark the 25th anniversary of the founding of the Islamist movement, in Gaza on December 8, 2012. Hamas leader in exile Khaled Meshaal made his first visit to Gaza, timed to coincide with the 25th anniversary of the Islamist movement's founding. AFP PHOTO/MAHMUD HAMS        (Photo credit should read MAHMUD HAMS/AFP/Getty Images)

Nel corso dei prossimi mesi si terranno in più fasi nei prossimi mesi, ed anche se non ci sono ancora liste ufficiali dei candidati per sostituire Mashaal (causa la segretezza che avvolge le elezioni interne) sono due i nomi che si sussurrano con sempre più insistenza per la nuova presidenza Ismail Haniyeh e Abu Musa Marzouk.

Due uomini della striscia di Gaza, anche se Haniyeh è praticamente quasi sempre vissuto a Gaza, mentre Abu Marzouk da tempo non vi abita più.
Haniyeh ha stretti legami e guadagnato popolarità con i membri locali di Hamas e gli uomini di prima linea Izzadin Kassam, l’ala “militare” del gruppo e tiene buoni contatti anche con leadership in esilio di Hamas.  Abu Marzouk, che vive all’estero, ha invece sviluppato un forte rapporto con i leader della diaspora di Hamas e guadagnato una reputazione come un diplomatico scaltro e molto abile nel raccogliere fondi per sostenere il movimento islamista

Al momento i maggiori consensi sembra siano orientati per Haniye, uomo di “campo” e d’azione che gode di grande popolarità  tra i membri di Hamas a Gaza e, in una certa misura, in tutto il Medio Oriente: è decisamente lui il favorito per la presidenza.

Ismail-Haniyeh 3

Ismail Haniyeh

Haniyeh, 54 anni,  è nato nel campo profughi di Shati di Gaza City  da genitori che provengono da un villaggio nei pressi di Ashkelon. E’ cresciuto in una famiglia modesta ha frequentato le scuole elementari Unrwa e la scuola di Al-Azhar Institute. A metà degli anni 1980, ha studiato presso l’Università islamica di Gaza, dove si è laureato in letteratura araba: Fu uno dei leader del movimento.

Haniyeh ha partecipato alla famosa rivolta palestinese, nota come la prima intifada e fu allora che aderì ad Hamas. È stato imprigionato un certo numero di volte per il suo ruolo nella rivolta, (18 giorni nel dicembre 1987, sei mesi nel gennaio 1988, e tre anni a metà 1989). Dopo il suo rilascio nel 1992, Israele trasferito Haniyeh, insieme con 400 altri leader di Hamas e della Jihad islamica,in Libano.

Dopo la firma degli accordi di Oslo, Haniyeh è tornato a Gaza ed è stato nominato rettore dell’Università islamica. Nel 1997, Haniyeh è salito alla ribalta politica quando il fondatore di Hamas Ahmed Yassin lo ha nominato come suo assistente e rappresentante di Hamas all’Autorità Palestinese.

Nel 2006, Haniyeh vinse le elezioni (conquistando 76 dei 132 seggi nel Consiglio legislativo palestinese) formò un governo e divenne primo ministro. Tuttavia, dopo le milizie di Hamas strapparono il controllo di Gaza dalla PA nel 2007, Abbas ha respinto Haniyeh ed i suoi colleghi ministri dalle loro posizioni e polemicamente ha nominato nuovi ministri al loro posto.

Ismail Haniyeh zNonostante il licenziamento di Abbas, Haniyeh ha continuato a svolgere le sue funzioni come primo ministro a Gaza. Nel 2014, quando Hamas e Fatah hanno raggiunto un accordo di riconciliazione e hanno formato un governo di consenso di indipendenti, Haniyeh si è dimesso dal suo ruolo di primo ministro, ma ha continuato a svolgere un ruolo influente nella politica di Gaza.

“La resistenza armata e la lotta armata sono il percorso e la scelta strategica per liberare la terra palestinese, dal Mar Mediterraneo al fiume Giordano”, così Haniyeh ha  tracciato la sua linea politica in un discorso alla fine del 2011.
Abu Marzouk è nato nel campo profughi di Rafah della Striscia di Gaza del sud nel 1951 da genitori che provengono da Yavne (Yibna). Abu Marzouk ha studiato nelle scuole primarie e secondarie nella Striscia di Gaza.

images

Abu Marzouk

Si è trasferito al Cairo a metà degli anni 1970, dove ha studiato ingegneria meccanica presso l’Università di Ain Shams. Dopo la laurea nel 1977, si è trasferito in Kuwait, dove ha lavorato come manager di una fabbrica di alluminio e un ingegnere presso l’Abu Dhabi Petroleum Company.

Nel 1981, si trasferì negli Stati Uniti, dove ha conseguì un master presso la Colorado State University nella gestione della costruzione e un dottorato da Louisiana Tech in. ingegneria industriale. Nella seconda metà dei suoi studi negli Stati Uniti, Abu Marzouk aderì ad Hamas ed è diventato un giocatore influente nell’organizzazione.  Nel 1992, si è trasferito in Giordania ed è stato eletto come presidente della prima Hamas Politburo. Durante un viaggio a New York nel 1995, le autorità statunitensi lo arrestarono Abu Marzouk, imprigionandolo per più di due anni per il suo coinvolgimento con Hamas, costringendolo a cedere il suo ruolo di presidente del Politburo a Mashaal.
Abu Musa Marzouk
Abu Marzouk ha dichiarato nel 2013 che Hamas “si impegna a uno stato palestinese su 1967 linee”, ma sostiene ancora scontro violento contro Israele. Main più di una occasione Abu Marzouk ha chiesto la restituzione di tutta la Palestina storica per i suoi “proprietari palestinesi” e ha detto che il riconoscimento di Israele è una linea rossa.

Condividi