Le mutande di Eva
I collezionisti dei nazi-cimeli

eva-braun-1212064

Sempre follie per i nazi-cimeli: finiscono all’asta le mutande di Eva Braun rinvenute nella residenza di Hitler sulle alpi bavaresi. Saranno battute da una casa d’asta inglese, prezzo di partenza 340 euro. Negli Stati Uniti le mutande di Hitler sono state vendute per settemila dollari…

hitler-eva-braun-754605_tn

Adolf Hitler ed Eva Braun

Taglia 44, colore rosa pallido, con sei ricami e una cifra «EB» che attestano l’appartenenza a Eva Braun. Andranno all’asta giovedì in Inghilterra un paio di mutande appartenute alla moglie (per poche ore) di Adolf Hitler, insieme a «una corta camicia da notte a semplice forma di A». I reperti verranno battuti dalla casa d’aste Humbert & Ellis Ltd di Towcester in diretta internet con possibilità di rilanci online partendo da una base di 300 sterline (circa 340 euro).

Eva braun a Berghof, 1942

Eva Braun a Berghof, 1942

L’asta si inserisce nel filone della vendita di cimeli nazisti, più o meno autentici. Nel 2016, infatti, un altro paio di mutande di Eva Braun era stato venduto all’asta per l’equivalente di 3.250 euro.

A febbraio sono stati venduti alcuni quadri ritenuti dipinti dal dittatore nazista. La lingerie appartenuta a Eva Braun sarebbe stata trovata al Berghof, la casa di villeggiatura di Hitler presso Berchtesgaden sulle Alpi bavaresi alla fine della guerra.

(Corriere della Sera)

Condividi