“Le tracce del treno della vita”
La mostra di Adi Kichelmacher
al Museo Ebraico di Lecce

invito_web.indd

Domenica 1 dicembre presso il Museo Ebraico di Lecce sarà inaugurata la mostra “Le tracce del treno della vita. Tra arte e documenti per non dimenticare” di Adi Kichelmacher, a cura di Ermanno Tedeschi, in collaborazione con l’Associazione Culturale Acribia. L’evento, patrocinato dalla Regione Puglia, dal Comune di Lecce e dalla Provincia di Lecce – Salento d’Amare, sarà accompagnato da presentazioni nelle scuole del territorio e costituirà la base di laboratori didattici ed itinerari emozionali in vista della Giornata della Memoria del 27 gennaio 2020.

Adi-Kichelmacher_5-686x1030

Adi Kichelmacher

Adi Kichelmacher, artista israeliana da anni residente in Italia, ha realizzato una mostra di opere e documenti sulla storia della sua famiglia, perché ci sono cose che non si possono conservare in un cassetto. Le opere della Kichelmacher offrono uno spaccato dell’Europa del ‘900 e sottolineano le persecuzioni, le vessazioni quotidiane contro gli ebrei, le leggi razziali e le deportazioni nei campi di sterminio nazisti.

34

“Sono lieto e onorato – ha detto Fabrizio Lelli, direttore del Museo Ebraico di Lecce – di ospitare nella cornice del Museo Ebraico di Lecce la bella mostra di Adi Kichelmacher, artista israeliana che dedica ampia parte della sua attività di sperimentazione visiva alla memoria della Shoà, tema che costituisce uno dei principali nuclei della nostra ricerca.

Le opere della Kichelmacher esaltano, in particolare, il ruolo della testimonianza, diretta e indiretta, di avvenimenti drammatici che coinvolgono i singoli individui e tutta l’umanità.”

(LeccePrima)

 

 

Condividi