L’Europa è tornata un incubo
Nel sondaggio dell’Unione Europea
Un ebreo su tre vuole scappare via

Etz Chaim Synagogue vandalizzata in attacco antisemita

Etz Chaim Synagogue vandalizzata da attacco antisemita

di Franco Meda –

Le conferme si susseguono, si moltiplicano. Cresce l’antisemitismo in Europa, gli ebrei non si sentono più sicuri nel vecchio Continente. Anzi. Secondo uno studio dell’Unione europea più di un ebreo europeo su tre ha preso in considerazione negli ultimi cinque l’emigrazione. Il sondaggio condotto in 12 paesi che ospitano il 96% degli ebrei europei ha mostrato un diffuso malessere sempre più diffuso e un aumento dei crimini di odio. Secondo lo studio dell’Agenzia dell’Unione europea per i diritti fondamentali (Fra) i Paesi dove insicurezza, odio e disagio sono particolarmente acuti per gli ebrei sono risultati Francia, da Polonia, Belgio e Germania.

Sinagoga a Danzica, in Polonia, dopo che una pietra fu gettata all'interno durante la preghiera di Yom Kippur

Sinagoga vandalizzata a Danzica

Di fronte all’ostilità online e al lavoro o nei graffiti scarabocchiati sui muri vicino alle sinagoghe, nove ebrei su dieci che vivono in nazioni che sono state la loro casa per secoli sentono che l’antisemitismo è peggiorato negli ultimi cinque anni.  “È impossibile – dice il direttore di Fra Michael O’Flaherty- mettere un numero su quanto corrosive possano essere tali realtà quotidiane, ma i numeri sono scioccanti:  un ebreo su tre pensa di andare via. Teme per la propria vita”.

Frans Timmermans

Frans Timmermans

I funzionari dell’UE che hanno presentato il rapporto a Bruxelles hanno esortato i governi a fare di più per combattere razzismo e antisemitismo. “Ciò di cui abbiamo bisogno ora è un’azione concreta negli stati membri per vedere un vero cambiamento per gli ebrei sul campo”, ha detto il vice capo della Commissione europea, Frans Timmermans. “Non c’è Europa, se gli ebrei non si sentono al sicuro in Europa”.

852713301002090980915no

L’85% dei 16.395 sondaggi ha identificato l’antisemitismo come il più grande problema sociale e politico, mentre quasi un terzo ha affermato di evitare di partecipare a eventi o di visitare siti ebraici.  Tuttavia, il 79% di coloro che hanno subito molestie ha dichiarato di non aver segnalato gli incidenti alle autorità.

 

Condividi