Libano, arrestato il comico Itani
“E’ una spia di Israele”

IMG_1807-1024x683 Ziad Itani

di Adir Amon –

Le autorità libanesi, secondo quanto riportato dall’agenzia Afp, hanno arrestato lo scrittore, giornalista (ha lavorato come reporter con il canale televisivo al-Mayaden) e attore Ziad Itani con l’accusa  “di fornire informazioni e di comunicare con il popolo israeliano”.  Ora Itani – ha detto sempre l’agenzia AFP – è sottoposto ad interrogatorio per accertare e chiarire la sua posizione.

images Ziad Itani

Ziad Itani

L’attore, scrittore e comico Zidani è salito alla ribalta della cronaca negli ultimi anni per una serie di commedie sugli usi ed i costumi della capitale libanese Beirut e le trasformazioni che ha subito negli ultimi decenni.

Quello di Itani non è certo il primo arresto col sospetto di essere collaboratore o spie di Israele.

A ottobre, la rete televisiva affiliata a Hezbollah, Al-Manar, ha riferito che le forze di sicurezza libanesi avevano arrestato tre uomini libanesi sospettati di collaborare con Israele. Secondo il rapporto, i tre hanno ammesso di essere stati in contatto con agenti e agenti israeliani.

Quasi un anno fa, a gennaio per l’esattezza, i servizi di sicurezza del Libano hanno affermato di aver arrestato una cerchia di spia composta da cinque persone che, secondo quanto affermato, per le ambasciate israeliane all’estero. Così come nel 2015, le autorità libanesi riferirono di aver arrestato due cittadini libanesi e un siriano accusati di spionaggio per Israele.

 

 

Condividi