Lieberman e il “fallimento Gantz”
Israele si avvia al terzo voto

AFP_1KC5N2-kTGF-U3140940852666qWG-656x492@Corriere-Web-Sezioni

Avigdor Lieberman leader del partito di destra Israel Beitenu

Sono falliti i tentativi di Avigdor Lieberman (leader del partito di destra Israel Beitenu) di dar vita a un “governo unitario nazionale e liberale” con il Likud di Benyamin Netanyahu e con i centristi di Benny Gantz, leader di Blu Bianco. Lo ha affermato Lieberman alla Knesset osservando che “a causa della loro mancanza di leadership, esiste il rischio di nuove elezioni”.

Stanotte scade il termine massimo per il premier incaricato Gantz di annunciare la formazione di un governo. Lieberman ha polemizzato sia con Netanyahu, il quale “non ha voluto separarsi dal blocco dei partiti ortodossi e messianici” sia con Gantz “il quale non ha accettato il tracciato indicato dal presidente Reuven Rivlin” per superare il blocco fra Likud e Blu Bianco.

images

Benny Gantz,

Lieberman ha rilevato che la situazione si è fatta adesso particolarmente preoccupante “a causa delle due sfide con cui Israele deve misurarsi: quella della sicurezza e quella economica”. Lieberman ha inoltre accusato i deputati della Lista araba unita di essere “una quinta colonna” nel Paese e ha messo in guardia dal rafforzamento di correnti anti-sioniste che a suo parere si avverte anche nei partiti degli ebrei ortodossi.

(Ansamed)

 

Condividi