L’infamia non ha confini
In Germania Anna Frank
con la maglietta dello Schalke

schalke-953337

di Elmar Bergonzini  –

Ispirati dal peggio. Dopo che alcuni tifosi della Lazio, durante la partita col Cagliari, avevano avuto l’ignobile idea di attaccare adesivi raffiguranti Anna Frank con la maglia della Roma nella Curva che di solito ospita i tifosi giallorossi, alcuni ultrà tedeschi hanno pensato di copiarli. A Düsseldorf, sono apparse diverse figurine raffiguranti Anna Frank, questa volta con la maglia dello Schalke.

annafrank_MGZOOM

L’iniziativa razzista di alcuni tifosi della Lazio

Nella regione della Ruhr ci sono diverse squadre fra Bundesliga (Dortmund, Schalke, Leverkusen, Colonia, Moenchengladbach) e seconda divisione (Düsseldorf). La rivalità è molto accesa e spesso si registrano problemi di ordine pubblico. Adesso però c’è un nuovo episodio scandaloso. Il portale Ruhrbarone.de ha fotografato diversi adesivi di Anna Frank, con la divisa dello Schalke, attaccati per tutta Düsseldorf.

Non solo: un ultrà del Borussia Dortmund, noto alle forza dell’ordine in quanto di estrema destra, divertito dalle immagini, le ha pubblicate sui social. La polizia tedesca sta già indagando per risalire ai responsabili, anche perché in Germania sull’antisemitismo la legge e la magistratura non scherzano affatto: il 16 ottobre ha fatto scalpore il caso di una 88enne che, avendo negato l’esistenza dell’Olocausto in un ristorante, è stata condannata a sei mesi di carcere. Dal 2015 i social in Germania sono obbligati a cancellare qualsiasi messaggio razzista o incitante all’odio nel giro di 24 ore. Tutto questo però evidentemente non basta per evitare che ci si ispiri al peggio. Perché nel mondo d’oggi, rispetto e cultura vengono visti come perdita di tempo.

(Gazzetta dello Sport)

 

 

 

 

 

Condividi