L’Islam d’Italia
abbandona la sinistra
Voterà Movimento 5 Stelle

Davide-Piccardo

di Luca Romano –

I musulmani d’Italia voteranno per il MoVimento Cinque Stelle. Ad assicurarlo è un esponente di primo piano della comunità islamica come Davide Piccardo, a lungo portavoce delle associazioni milanesi che fanno capo all’islam. “Finora la maggior parte degli islamici votava la sinistra, adesso vedo che si orientano sui 5 Stelle. Anch’io voterò il Movimento”, ha dichiarato pochi giorni fa ai microfoni della Zanzara su Radio 24.

Luca Romano

Luca Romano

Fra i temi del dibattito, anche una questione ormai parecchio dibattuta: la poligamia. Fra chi vorrebbe reintrodurla e chi pensa che bisognerebbe continuare a proibirla, il tema rappresenta una costante nella discussione fra ascoltatori e conduttori.

Luca Romano

Davide Piccardo

Conversando con Giuseppe Cruciani e David Parenzo, Piccardo ha tessuto un vero e proprio elogio della poligamia: “Sarebbe una battaglia di civiltà, e andrebbe riconosciuta in Italia. Siccome c’è una situazione diffusissima di uomini con più di una donna, ci vuole per queste donne un riconoscimento sociale e riconoscere dei diritti. Altrimenti vivono come mogli di serie B. Tutto qui”.

Certo, restano diversi punti imbarazzanti, come la negazione della poliandria, che consentirebbe anche alle donne la possibilità di avere più mariti.

manlio-DiStefano, manifestazioni con i Fratelli musulmani

Manlio-Di Stefano (M5S),  “iniziative”con i Fratelli musulmani

E che secondo Piccardo resta invece impraticabile: “Per la religione islamica donne e uomini hanno delle specificità, sono diversi. L’uomo riesce a gestire più relazioni in modo stabile dal punto di vista affettivo, economico, fisico e procreativo. E la donna no”.

In effetti qualche anno fa l’importante esponente grillino Carlo Sibilia si era detto favorevole all’introduzione dei “matrimoni di gruppo” e addirittura fra specie diverse. Chissà che ora le speranze dei musulmani che sognano la poligamia non si appuntino su porposte come queste.

(Giornale)

Condividi