“L’Onu deve aiutarci
a liberare i prigionieri”

img788901

Guterres con le famiglie dei prigionieri di Hamas

di Gary Willig –

Il Segretario Generale delle Nazioni Unite António Guterres ha incontrato  le famiglie dei soldati e dei cittadini israeliani attualmente prigionieri di Hamas nella Striscia di Gaza.

Mengistu, Goldin e Shaul.

Avera Mangistu , Hadar Goldin e Oron Shaul,

Durante l’incontro, le famiglie di Oron Shaul, Avera Mangistu e Hisham Al-Sayeed hanno chiesto l’intervento del Segretario Generale dell’Onu per riportare i loro figli in Israele. Durante la riunione, l’ambasciatore all’Onu di Israele Danny Danon ha sottolineato che “Hamas sta mostrando una terribile crudeltà tenendo prigionieri i nostri cittadini e soldati. Le Nazioni Unite devono agire per assicurare il loro ritorno in Israele “.

391396

António Guterres e Benjamin Netanyahu

Guterres ha visitato il Museo dell’Olocausto di Yad Vashem a Gerusalemme ed ha incontrato il Primo Ministro Binyamin Netanyahu. “L’Onu deve adoperarsi per la pace ma permette che nel parlamento palestinese regni l’odio”.

Nella sua conversazione con Guterres , Netanyahu ha anche sollevato la questione della costruzione illegale nel complesso Armon Hanatziv dell’ONU a Gerusalemme, affermando che le Nazioni Unite dovrebbero rispettare le norme per la costruzione e la legge israeliana. Alla riunione, è stato concordato che Israele e le Nazioni Unite cercheranno di arrivare a una soluzione negoziata che rispetti la legge israeliana.

(Arutz Sheva)

Condividi