L’ultimo sfregio
Svastica alla scuola Anna Fran

immagini.quotidiano.net

Lo sfregio è orrendo, la svastica è disegnata sul cartello della scuola intitolata ad Anna Frank. Nella notte tra sabato e domenica i vandali razzisti si sono accaniti contro l’edificio scolastico di Pesaro dedicato alla vittima dell’Olocausto.

170021644-4ac5f081-6819-49a5-ae82-a81cd7491bc0

Oltre al segnale che indica la scuola, sono stati imbrattati anche un cartello di divieto, su cui è stato scritto «vietato introdurre ebrei», un tratto di strada, sul quale è comparso «Make war not love», cioè fate la guerra e non l’amore e disegnata un’altra svastica. Su un avviso pubblico è stato poi tracciato il simbolo delle SS e su un cartello stradale una terza svastica.

Immediata la reazione del sindaco di Pesaro, Matteo Ricci, che ha tuonato su Twitter: «Ignoranti e delinquenti. Siete contro la storia e l’umanità. Faremo denuncia contro ignoti e ripuliremo subito.

051015f

Non vanno sottovalutati certi comportamenti di pericolosa intolleranza e nuovo estremismo. Continueremo il lavoro sulla memoria nelle scuole affinché i valori di libertà e uguaglianza siano per sempre». E infatti già in serata le scritte antisemite erano state cancellate con vernice nera sulla strada e i cartelli imbrattati erano stati rimossi.

Sull’episodio sono subito state avviate le indagini dei carabinieri, che stanno cercando di recuperare immagini e filmati registrati dalle telecamere di case e negozi vicini. Numerosi anche i commenti indignati. Il segretario del Pd Matteo Renzi ha scritto su Facebook: «Siamo tutti insieme a fianco del sindaco Matteo Ricci, della sua comunità, dei nostri fratelli ebrei. Questo gesto contro la scuola “Anna Frank” ha un nome tecnico: si chiama schifo. E noi combatteremo lo schifo senza tregua ovunque».

(Repubblica)

Condividi