Magdi Allam a Ventimiglia presenta “Io e Oriana”

ventimiglia2

Magdi Allam torna a Ventimiglia. Ospite dall’associazione Italia Israele diretta da Mariateresa Anfossi il giornalista ha presentato il suo ultimo libro “Io e Oriana”. La storia di un’amicizia straordinaria che ha fatto incrociare le strade di Allam e della scrittrice fiorentina scomparsa nel settembre del 2006, e della quale si è da poco celebrato il decimo anniversario della morte. “È la testimonianza della mia eredità spirituale per sua volontà dice Allam – che io mi sento convintamente dentro nonostante la tensione dialettica che c’è stata nel nostro rapporto e dopo aver preso atto che sull’islam aveva ragione lei. L’incontro si è svolto presso la nuova sala della parrocchia di Sant’Agostino. “E’ un piacere avere di nuovo con noi Magdi Cristiano Allam – commenta Mariateresa Anfossi, presidente dell’associazione Italia Israele di Ventimiglia – perché è una persona che ha una conoscenza profonda anche della religione e cerca di far capire certe dinamiche che possono risultare sconosciute. In questo libro parla della sua amicizia con la giornalista Oriana Fallaci che per prima ha iniziato a dare alcuni messaggi importante sul mondo islamico”.ventimiglia1

Un libro autobiografico, quello pubblicato il 14 settembre,. E’ la storia dell’amicizia che ha unito i due giornalisti e che, non casuamente, Allam ha voluto che venisse diffuso proprio il giorno prima del decimo anniversario della scomparsa di Oriana. Un ritorno – per l’ex europarlamentare, giornalista e scrittore – che nell’aprile scorso, proprio a Ventimiglia, aveva presentato il suo libro “Islam”. “La tesi della fuga dalle guerre o dalla povertà – ha detto Allam, parlando dei migranti che sono in Italia – non regge perchè sono tutti profughi di sana e robusta costituzione. Se cosi fosse, comunque, dovrebbero rimanere a combattere le guerre nel loro paese”.

 

 

Condividi