Mandelblit ha inviato alla Knesset
l’atto di incriminazione di Netanyahu

im-47843

Avichai Mandelblit

Il Procuratore generale Avichai Mandelblit ha trasmesso formalmente al presidente della Knesset, Yuli Edelstein, l’atto di incriminazione contro il premier Benyamin Netanyahu, annunciata lo scorso 21 novembre, per corruzione, frode e abuso di potere per 3 indagini che lo riguardano. Parte dunque da questo momento il periodo di 30 giorni durante i quali Netanyahu può chiedere o meno ai parlamentari l’immunità contro le accuse.

images

Benyamin Netanyahu

Nella lettera di trasmissione – che contiene la lista completa di 333 testimoni coinvolti nei casi – Mandelblit ha detto di accettare che i 30 giorni di tempo partano da oggi, come hanno chiesto i legali del premier, e non dallo scorso 21 novembre. Al tempo stesso il Procuratore ha chiarito che è il Tribunale di Gerusalemme ad essere sede per ogni accusa contro un primo ministro in carica.

I 30 giorni di tempo tuttavia potrebbero essere ininfluenti per Netanyahu, visto che – con l’attuale crisi di governo – non c’e’ alcuna Commissione in carica della Knesset che possa prendere in esame una eventuale richiesta del premier.

(Ansamed)

Condividi