Maurizio Borra non si ricandida
“Lascio una Federazione più grande
e con nuovi progetti ed iniziative ”

45748892_2024491604255618_2099558689219280896_n

di Margherita Borsa –

E’ cominciato a Firenze con gli inni nazionali e con l’annuncio del presidente Maurizio Borra (che con la fine del suo mandato lascerà per sopravvenuti impegni la presidenza), il ventinovesimo Congresso della Federazione Italia-Israele.

Margherita Borsa 3

Margherita Borsa

20181110_170042

Maurizio Borra

Ringrazio tutti – ha detto Borra– per la collaborazione i questi anni di presidenza: dall’Ambasciata d’Israele in Italia nelle figure dell’ambasciatore Ofer Sacks e del Consigliere Ariel Berkovic e prima Rafi Erdreich; e ringrazio in modo particolare Giuseppe Crimaldi con il quale ho sempre lavorato gomito a gomito con grande sintonia. E’ stata un’esperienza difficile, dura, ma gratificante e sotto certi aspetti esaltante, la Federazione è cresciuta ed è sempre più viva e presente nel Paese. Abbiamo piantato le radici ad una serie di progetti e di iniziative che ci porteranno sempre più in alto. Abbiamo aumentato il numero di associazioni, abbiamo dato il via ad una Comunità sempre più unita, viva, coesa nel nome di Israele e per Israele”.

Kori Kor

Kori Kor

La giornata è proseguita con gli interventi di Kori Zor, Raffaele Boccardo e Marco Carrai che, ognuno per la propria area di competenza, hanno parlato di sicurezza informatica esponendo punti di forza e di debolezze ancora esistenti, evidenziando tutti le esigenze che ogni Paese deve fornirsi di una efficiente e moderna rete di cybersicurezza per difendere e tutelare le informazioni vitali dello Stato.

Ofer Sachs

Ofer Sachs

L’ambasciatore Sacks incalzato dalle domande di Roberto Olla ha analizzato vecchi e nuovi conflitti, primo fra tutti quello  “non dichiarato” con l’Iran. Situazioni in continue evoluzioni nello scacchiere del Medio Orienta. E, naturlmente,   i difficili rapporti con la Siria, Hezbollah, Hamas  e la sempre esplosiva situazione di Gaza con le trattative proprio di queste ore per il “cessate il fuoco”.

Ariel Berkovic

Ariel Berkovic

Il ministro Consigliere Berkovic, per la prima volta al Congresso della federazione Italia Israele, si è soffermato di quanto sia importante il lavoro delle Associazioni sul territorio (“sono un tesoro”) e dell’importanza di una sempre maggiore e più stretta collaborazione con l’Ambasciata.

Lucio Malan

Lucio Malan

Poi è stata la volta di Giorgio Linda di interrogare l’onorevole Lucio Malan,  presidente dell’associazione interparlamentare di Amicizia Italia-Israele, sulle potenzialità di una futura maggiore collaborazione, una collaborazione che però (dopo l’appoggio italiano all’Iran sul nucleare) si presenta al momento come una strada tutta in salita.

In chiusura dopo i saluti del Presidente della Federazione Ungheria-Israele, Laslo Kovacs c’è stata da parte di Angela Polacco la presentazione del viaggio della Federazione: “alla scoperta dell’Israele nascosto”.

Condividi