Meglio ricevere le vostre condanne
che le vostre condoglianze…

Ilhan Omar e Rashida Tlaib

Ilhan Omar e Rashida Tlaib

Roberta Vital. consigliere di Adei-Wizo, l’Associazione Donne Ebree d’Italia, risponde ad un post del direttore del telegiornale de La7 Enrico Mentana sulla vicenda della mancata autorizzazione all’ingresso in Israele delle deputate dem  Rashida Tlaib e Ilhan Omar. Come è noto poi alla Tlaib è stato concesso il permesso per “motivi umanitari” (per farle incontrare la nonna).

69447638_2580599402167313_8123336534737813504_n

Roberta Vital

Roberta Vital

Caro Enrico Mentana, possiamo anche discutere sull’opportunità della decisione di Israele di negare il visto alle due deputate americane, anche se al contrario di quello che afferma e lei come giornalista dovrebbe esserne informato, è una libera scelta che spetta a qualsiasi Stato Sovrano democratico compreso Israele.

Certo è, che farle entrare sarebbe stata una decisione più piaciona, Israele avrebbe fatto più ” bella figura” e avrebbe tolto a giornalisti come lei il fardello di dare questa notizia, poiché quando si tratta di Israele la sua penna e i suoi toni assumono una sorta di schizofrenia inspiegabile.
rrb-boycott-activestills1462127931kt7xlÈ evidente che affermazioni delle due soggette, come l’utilizzo del sangue dei cristiani durante la Pasqua ebraica, l’appoggio incondizionato al movimento del BDS o invocare Allah affinché il ” diavolo Israele ” disincanti il mondo, non la inducono a riflessioni degne di due righe e riserva toni e parole come ” regime illiberale “, Vergogna Israele ” o Israele come “teleguidato”, solo allo Stato Ebraico. Parole e termini degni dei peggiori complottisti antisemiti, che troviamo sguaiare nelle manifestazioni peggiori.

Parole che lei non ha mai riservato per il terrorismo palestinese che da quasi un anno sta incendiando il Sud di Israele e si alimenta anche a causa delle incitazioni all’odio a cui le due soggette sembrano essere propense.

Dvir Sorek,

Dvir Sorek, ucciso solo perchè ebreo

Si, Israele non ha concesso il visto a chi nega la sua esistenza, ma lei questo lo omette, come omette e ha sempre omesso le rappresaglie jihadiste a cui è soggetto ogni venerdì al confine con Gaza, come ha omesso la notizia della morte di un ragazzo di 19 anni colpevole di camminare con un libro di preghiera sotto il braccio nel suo Stato, come omette lo stillicidio giorno dopo giorno dell’uccisione di Israeliani e che non fanno notizia poiché potrebbero fare perdere audience e magari anche il posto di lavoro. E come omette i festeggiamenti e rallegramenti per ogni ebreo ucciso in Israele.

” Vergogna Israele” scrive Mentana la sera di Ferragosto, magari in vacanza o dal suo comodo sofà, mentre l’ennesimo ragazzo veniva accoltellato alle spalle.  Meglio ricevere le vostre condanne che le vostre condoglianze diceva Golda Meir, e lei caro Direttore quando ricorderà il 27 gennaio gli ebrei morti, si ricordi che esistono anche quelli vivi. Se può.

66455177_357391198305855_5346773549493256192_n

 

Condividi