Mem, l’ultimo eroe …

l presidente Reuven Rivlin consola la famiglia di un ufficiale dell'IDF ucciso nella Striscia di Gaza

Il presidente Reuven Rivlin stringe la famiglia del colonnello ucciso nella Striscia di Gaza

di Yossy Raav –

“Sono venuto per ringraziare e per salutare un eroe, a nome dell’intero stato di Israele.  Il vostro dolore è il nostro dolore. Il dolore di tutto il popolo, dell’intero popolo di Israele”. Il presidente Reuven Rivlin non trattiene le lacrime nell’abbracciare la vedova ed i due figli del colonnello. “Mem (questo il nome convenzionale attribuito al colonnello ucciso ndr), 41 anni, era uno dei soldati e comandanti più coraggiosi e audaci dello Stato di Israele. Ha vissuto sino alla fine i valori su cui è stato educato e cresciuto: coraggio, sacrificio, audacia e determinazione. E’ morto così…”

Un elicottero che trasporta un ferito soldato israeliano ferito durante un'operazione nella Striscia di Gaza atterra al di fuori del Soroka Medical Center di Beersheba

L’elicottero  atterra al Soroka Medical Center di Beersheba

Il ministro dell’Istruzione Naftali Bennett dal canto suo ha detto che “Mem passerà alla storia come uno dei più grandi eroi israeliani, insieme a Yoni Netanyahu e Roi Klein”. Cioè al fratello del primo ministro Benjamin Netanyahu, ucciso nel 1976 in Israele nel corso delle operazioni di salvataggio degli ostaggi a Entebbe e un soldato israeliano che si è sacrificato facendo esplodere una bomba nella Seconda guerra del Libano del 2006 per salvare i suoi uomini.

Migliaia di persone si sono radunate lunedì per i funerali dell’alto ufficiale delle forze speciali dell’IDF che è stato ucciso durante la notte durante un’operazione segreta nella Striscia di Gaza.  che si è trovata nei guai ed è culminata in un feroce scambio di fuoco con uomini armati palestinesi.

 

Condividi