Netanyahu contro i partiti arabi
“Sostengono il terrorismo
Ma Ganz li vuole al governo…”

94545820100085640360no

Benyamin Netanyahu

Ennesimo scontro tra Benyamin Netanyahu e i partiti arabi alla Knesset, raggruppati nella Lista Araba Unita, che potrebbero appoggiare dall’esterno un governo di minoranza guidato dal leader centrista Benny Gantz di Blu-Bianco. Netanyahu ha accusato i parlamentari della Lista di “voler distruggere il Paese” e questi hanno denunciato che le aggressioni verbali del premier si stanno trasformando in minacce dirette, sui social e fuori, contro di loro.

epa07861865 Members of the Joint List Ahmad Tibi (C) speaks to the press in the presence of Ayman Odeh (R) and Mansour Abbas (L) following their consulting meeting with Israeli President, to decide who to task with trying to form a new government, in Jerusalem, Israel, 22 September 2019. Consultations to form the inconclusive general election, with neither Netanyahu's Likud-led coalition nor the Blue and White party, led by former military chief of staff Benny Gantz, winning enough seats to form a majority government. EPA/MENAHEM KAHANA / POOL

Ahmad Tibi

“Nello stesso momento in cui i nostri soldati – ha detto Netanyahu ad una riunione del Likud – mettono le loro vite in pericolo, la leadership di Blu-Bianco è impegnata in negoziati con vari membri della Knesset che sostengono le organizzazioni terroristiche e voglio distruggere il Paese”. Ahmad Tibi ha accusato il premier “di essere direttamente responsabile delle minacce: c’è una connessione diretta tra la sua campagna e l’ondata delle minacce che abbiamo ricevuto”. Tibi ha poi denunciato Netanyahu al Comitato etico della Knesset.

(Ansamed)

Condividi