Netanyhahu non ha voluto incontrare
il ministro degli esteri tedesco Gabriel

Israel_Germany_01561jpg-fb6ec_1493127849-kocF-U11002462430480H0B-1024x576@LaStampa.it

E’ saltato il previsto incontro fra  Benjamin Netanyahu e il ministro degli Esteri tedesco Sigmar Gabriel. Il primo ministro israeliano ha chiamato al telefono Gabriel per comunicargli che non sarebbe andato all’incontro ma quest’ultimo si è rifiutato di parlare al telefono. Che cosa è successo?

Tutto è nato per una vicenda collaterale all’incontro bilaterale Israele-Germania. Gabriel in visita in Israele aveva nella sua agenda di incontri anche quelli con le organizzazioni radicali di sinistra B’Tselem e Breaking the Silence. Incontri non graditi ad Israele. Netanyahu ha chiesto a Gabriel di cancellare questi appuntamenti, cosa che il ministro degli esteri tedesco si è rifiutato di fare. Ed allora è saltato tutto.

Show Image.ashx

Sigmar Gabriel e Benjamin Netanyahu

Con un documento è stato spiegato così l’incidente diplomatico dall’ufficio del primo ministro israeliano. “La politica del primo ministro Benjamin Netanyahu non prevede di incontrare diplomatici che visitano Israele e si incontrano con organizzazioni che combattono i soldati dell’Idf e cercano di perseguirli come criminali di guerra. I diplomatici israeliani se vanno negli Stati Uniti o in Gran Bretagna non pensano minimamente di incontrare i rappresentanti di organizzazioni che vogliono la morte dei soldati americani o britannici. Le forze di difesa israeliane ed i suoi soldati sono la base della nostra esistenza. Le relazioni con la Germania sono molto importanti per Israele e continueranno.”

Gabriel dal canto suo ha dichiarato alla Bild che le sue opinioni sul valore del rapporto tedesco-israeliano non sono cambiate.

 

Condividi