“Non demolite Khan al-Ahmar”
Mezza Europa scrive ad Israele

I manifestanti palestinesi affrontano le forze israeliane contro il blocco della strada che conduce al villaggio palestinese beduino di Khan al-Ahmar, in Cisgiordania.

Le forze israeliane affrontano manifestanti palestinesi che hanno bloccato la strada che conduce al villaggio palestinese beduino di Khan al-Ahmar, in Cisgiordania.

 di Amanda Gross –

Otto paesi europei alle Nazioni Unite, tra cui cinque membri del Consiglio di sicurezza, hanno invitato Israele a ribaltare la sua decisione di demolire un villaggio palestinese in Cisgiordania, dicendo che avrebbe potuto silurare le possibilità di pace.

DnjznS-XcAEgC98

Gran Bretagna, Francia, Germania, Italia, Svezia, Belgio, Polonia e Paesi Bassi hanno avvertito che la demolizione del villaggio di Khan al-Ahmar “sarebbe molto grave e minaccerebbe seriamente la vitalità della soluzione dei due stati e minerebbe le prospettive di pace.”

“Invitiamo pertanto le autorità israeliane a riconsiderare la loro decisione di demolire Khan al-Ahmar”, hanno dichiarato i paesi in una dichiarazione congiunta rilasciata in vista di una riunione del consiglio sul Medio Oriente.

1-5

Israele dice che Khan al-Ahmar, un villaggio di baracche ondulate a est di Gerusalemme, è stato costruito illegalmente e si è offerto di reinsediare i residenti a 12 chilometri (7 miglia) di distanza.

Il 5 settembre, la Corte suprema israeliana ha confermato l’ordine di radere al suolo il villaggio sulla base del fatto che è stato costruito senza i permessi adeguati.

Condividi