Nucleare, l’Iran osservato speciale

L’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica ha iniziato a rendersi conto che l’Iran mente sulle sue ambizioni nucleari, e oggi capisce ciò che Israele denuncia da anni. Lo ha detto  il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu all’apertura della riunione settimanale del governo.

Netanyahu ha fatto riferimento alla risoluzione di venerdì scorso con l’Aiea   ingiunge all’Iran di cooperare “senza ulteriori ritardi” con l’agenzia e concedere l’accesso a ex siti nucleari sospetti, che potrebbero ancora ospitare materiale nucleare non dichiarato.

Ha affermato il ministro della difesa israeliano Benny Gantz: “L’Iran è prima di tutto un problema per il mondo, poi un problema regionale che indebolisce la stabilità dell’intero Medio Oriente, ed è anche una minaccia per Israele”. Gantz ha detto che “le questioni di sicurezza che si percepiscono meno a causa del coronavirus non sono affatto scomparse e anzi ritornano”.

(Israelenet)

Condividi