Nuovo focolaio a Deir al-Asad

A paramedic of Israel's Magen David Adom national emergency medical service (MDA) handles a swab to test for coronavirus at a drive-thru testing site in the northern Israeli city of Tamra on March 31, 2020, as part of a plan to combat the COVID-19 coronavirus pandemic. (Photo by Ahmad GHARABLI / AFP)

di David Sinai –

Il ministero della Sanità ha comunicato l’esistenza di un focolaio di coronavirus nella città araba di Deir al-Asad nel nord di Israele con un numero crescente di casi COVID-19. Situazione ritenuta molto critica anche nelle vicine città di Nahf, Bi’ina e Majd al-Krum. La polizia ha istituito posti di blocco. 

na vista della città araba della Galilea di Majd al-Krum

Majd al-Krum

Il ministero ha comunicato ai residenti di Deir al-Asad e dei dintorni  di rispettare le istruzioni sull’isolamento e sul allontanamento sociale.

L’aumento dei casi confermati a Deir al-Asad è avvenuto dopo l’apertura di un centro mobile di test “drive thru” e questo probabilmente ha contribuito all’aumento delle infezioni

Karmiel, una città prevalentemente ebrea vicina alle quattro comunità, ha bloccato tutti gli ingressi della città dopo l’annuncio del Ministero della Salute.

Condividi