Israele, occupazione record
Mai meglio negli ultimi 50 anni

israel-unemployment-rate@2x

Il tasso di disoccupazione israeliano è sceso al livello più basso in quasi 50 anni. Lo ha comunicato mercoledì l’Ufficio Centrale di statistica, pubblicando i dati relativi a gennaio dai quali risulta una disoccupazione al 3,7%, contro il 4% del mese precedente e la media annuale di 4,2% del 2017.

Ultra orthodox women work on their computers at the Malam Group IT company in the ultra orthodox settlement of Beitar Illit. Due to the growing demand for hi-tech employees in the center of Israel and the increasing salaries in the industry, Malam Group IT started recruiting and training women from the ultra orthodox sector. The project in which 100 women work, is tailored to fit the needs of the ultra-Orthodox's women's lifestyle. August 19, 2009. Photo by Nati Shohat/Flash90 *** Local Caption *** çøãé áéúø ðùéí îçùáéí çøãé çøãéí

L’ultima volta che il tasso di disoccupazione è stato così basso fu nei primi anni ’70, prima della guerra di Yom Kippur dell’ottobre 1973 (3,4%). A gennaio, per la prima volta dagli anni ’70 il numero di persone classificate come disoccupate è sceso sotto quota 150.000 (attestandosi a 148.000). Il livello di partecipazione alla forza lavoro risulta di 3,86 milioni, e per la prima volta comprende più donne (1,84 milioni) che uomini (1,82 milioni).

(Israelenet)

Condividi