Ora i musulmani rappresentano
il 18% della popolazione israeliana

img733529

di Yair Shalom –

L’Ufficio centrale di statistica (CBS) ha pubblicato statistiche sulla popolazione musulmana israeliana, in occasione della festa di Eid al-Adha. Secondo la CBS, alla fine del 2018, la popolazione musulmana israeliana era di 1.598 milioni, ovvero il 17,8% della popolazione totale di Israele. L’anno scorso, la popolazione musulmana è cresciuta di 37.000 residenti e comprendeva 316.000 famiglie, per un totale del 12% di tutte le famiglie in Israele. Sebbene la popolazione musulmana sia cresciuta del 2,5% tra il 2016-2017, è cresciuta solo del 2,3% tra il 2017-2018.

Gerusalemme ha la più grande concentrazione di musulmani, con 337.000 abitanti che vivono solo all’interno dei suoi confini. I musulmani di Gerusalemme rappresentano il 21,1% di tutti i musulmani in Israele e il 36,6% dei residenti della città.

volontarie-arabe

La popolazione musulmana è relativamente giovane, con il 33,8% di età compresa tra 0 e 14 anni e solo il 4,2% di età superiore ai 65 anni. Il tasso di fertilità nella comunità musulmana è sceso da 3,37 bambini per donna nel 2017 a 3,20 bambini nel 2018. Le donne ebree, nel frattempo hanno un tasso di fertilità di 3,17 bambini per donna, mentre il tasso cristiano è di 2,06 bambini per donna e il tasso di Druze è di 2,16 bambini per donna.

Il trentadue percento delle famiglie guidate da un musulmano comprende sei o più persone, rispetto al 9% delle famiglie guidate da un ebreo.

66455177_357391198305855_5346773549493256192_n

 

Condividi