Osservatore svizzero della Tiph
schiaffeggia ragazzino di 10 anni
Ha già dovuto lasciare Israele

img825273

di Yossy Raav –

Il membro del gruppo di monitoraggio Tiph  che ha schiaffeggiato un ragazzo di 10 anni a Hevron ha lasciato Israele. La Svizzera ha rivolto  le scuse ufficiali alla comunità ebraica di Hebron, in Giudea, dopo aver visionato un filmato che riprendeva l’accaduto.

L’ambasciatore svizzero in Israele, Jean-Daniel Ruch, ha scritto una lettera alla comunità ebraica di Hebron chiedendo scusa per l’incidente.

Daniel Ruch

Daniel Ruch

“Anche se può esserci stata qualche  provocazione da parte dei coloni – l’azione di questo membro Tiph ( una missione diplomatica che non si inserisce nelle classiche organizzazioni internazionali -Onu, Nato, Ue- ma è nata dall’accordo tra palestinesi ed israeliani).è stata assolutamente inaccettabile. Ci si aspetta dai nostri membri Tiph che mantengano i loro nervi in ogni circostanza. Desidero esprimere – conclude la lettera -le mie scuse per questo gesto. Desidero anche comunicare che il cittadino svizzero  che ha provocato l’incidente ha già lascianto il paese”.

I fatti  i membri della Temporary International Presence di Hebron – un gruppo di osservatori civili europei che hanno operato a Hebron dal 1994 – hanno preso parte a un tour della città organizzato dall’organizzazione radicale di sinistra Breaking the Silence. Durante il tour, gli osservatori Tiph sono entrati nel quartiere ebraico di Tel Rumeida – in violazione dei permessi  – scatenando un confronto ed alcune scaramucce  con i residenti locali quando ad un certo punto, uno degli osservator  ha brutalmente schiaffeggiato un ragazzo di 10 anni.

 

 

 

 

 

Condividi