Palestinese uccide due israeliani
suoi compagni di lavoro
Caccia al terrorista in Cisgiordania

WhatsApp_Image_2018-10-07_at_10.31.32-640x400

di Giordano Stabile –

Un altro attacco con un insediamento israeliano in Cisgiordania. Due impiegati del complesso industriale di Barkan, vicino all’insediamento di Ariel, sono stati uccisi a colpi da arma da fuoco da un lavoratore palestinese. Un terzo è rimasto ferito

F181007FF006-640x400

Giordano Stabile

Giordano Stabile

L’assalitore, residente nella città araba di Qalqilya, è riuscito a fuggire e le forze di sicurezza israeliane hanno lanciato una caccia all’uomo nell’area, dove si sono verificati numerosi attacchi negli ultimi tre anni, quando, nell’ottobre del 2015, è cominciata la cosiddetta “Intifada dei coltelli”, che ha causato oltre 40 vittime israeliane e 200 palestinesi.

Kim Levengrond Yehezkel, 28 anni, di Rosh Ha'ayin,

Kim L. Yehezkel, una delle due vittime

Un uomo e una donna sono in condizioni “critiche”, mentre un’altra donna, di 54 anni è ferita in modo serio ma non in pericolo di vita ed è stata trasportata all’ospedale Beilinson. L’identità dell’assalitore non è stata ancora rivelata. La polizia sospetta   che dietro l’attacco ci sia una vendetta, perché l’uomo era stata licenziato da poco.

F181007FF003-640x400

Nel parco industriale di Barkan, sviluppato a partire dagli Anni Ottanta, lavorano circa tremila operai palestinesi, di villaggi e cittadine circostanti.

 

Condividi