Partito laburista britannico
Starmer “licenzia“dal governo ombra  
la deputata antisemita Long-Bailey

Keir Starmer e, Rebecca Long-Bailey

di Carlo Breme

Il leader del partito laburista britannico Keir Starmer ha “licenziato” una deputato dal governo ombra per aver elogiato un’intervista con un’attrice che ha accusato Israele di complicità nell’omicidio di George Floyd.

La deputata laburista Rebecca Long-Bailey ha condiviso un link su Twitter per un’intervista in Independent con l’attrice Maxine Peake, definendola “un diamante assoluto”“Il razzismo sistemico è un problema globale – ha dichiarato la Peake nell’intervista- Le tattiche utilizzate dalla polizia in America , sono state apprese da seminari con i servizi segreti israeliani”.

Jeremy Corbyn e Maxine Peake

Un portavoce della polizia israeliana ha ribattutoche “non esiste una tattica o un protocollo che inviti a esercitare pressione sul collo…”. A seguito di una serie di condanne da parte di gruppi ebraici, un portavoce di Starmer ha affermato di aver chiesto a Long-Bailey di dimettersi dal governo ombra.

“L’articolo che Rebecca ha condiviso conteneva una teoria della cospirazione antisemita. Come leader del Partito Laburista, Keir è stato chiaro:  ripristinare la fiducia nella comunità ebraica è una priorità numero uno. L’antisemitismo assume molte forme diverse ed è importante che tutti siamo vigili contro di essa “, ha detto un portavoce di Starmer ai media britannici.

La decisione è stata accolta favorevolmente dal Board of Deputies di ebrei britannici, che in precedenza aveva invitato Long-Bailey a scusarsi e cancellare il tweet.

 

Condividi