Onu, per quello fatto ad Israele
gli Stati uniti si ritirano
dal Consiglio dei diritti umani

epa06822995 (FILE) - Israel's Ambassador Aviva Raz Shechter speaks on a phone during a special session of the UN Human Rights Council to discuss 'the deteriorating human rights situation' in the Palestinian Territories, after Israeli forces killed 60 Palestinians, at the European headquarters of the United Nations in Geneva, Switzerland, 18 May 2018 (reissued 19 June 2018). Ambassador Nikki Haley says the United States is withdrawing from the U.N. Human Rights Council, calling it 'an organization that is not worthy of its name.' EPA/MARTIAL TREZZINI

Gli Stati Uniti si ritirano dal Consiglio dei Diritti Umani dell’Onu. Lo annuncia l’ambasciatrice americana all’Onu, Nikki Haley.   ‘Voglio essere chiara: questo passo non è un ritiro dal nostro impegno sul fronte dei diritti umani. Assumiamo questa iniziativa perché il nostro impegno su questo fronte non ci consente di restare parte di un organismo ipocrita che deride i diritti umani” spiega Haley, attribuendo la decisione americana al trattamento riservato dal Consiglio dei Diritti Umani dell’Onu a Israele.

FILE - In this Jan. 2, 2018, file photo, United States Ambassador to the United Nations Nikki Haley speaks to reporters at United Nations headquarters. Haley says the U.S. is withdrawing from UN Human Rights Council, calling it 'not worthy of its name.' (ANSA/AP Photo/Mary Altaffer, File) [CopyrightNotice: Copyright 2018 The Associated Press. All rights reserved.]

Nikki Haley

Haley definisce l’organismo un ”protettore di chi abusa dei diritti umani” e cita l’ammissione del Congo come suo membro nonostante le fosse comuni rinvenute.

L’ambasciatore di Israele all’Onu, Danny Danon, plaude alla decisione degli Stati Uniti di uscire dal Consiglio dei Diritti Umani dell’Onu. ”Il Consiglio dei Diritti Umani è da tempo nemico di coloro che veramente hanno a cuore i diritti umani nel mondo – afferma Danon -. Gli Stati Uniti hanno dimostrato ancora una volta il loro impegno alla giustizia e alla verità e la loro riluttanza a consentire all’odio cieco nei confronti di Israele nelle istituzioni internazionali di restare incontrastato”.

 

Condividi