Pompeo e il nuovo Medio Oriente
“L’esempio degli Emirati arabi
sarà seguito da altri Paesi…”

Mike Pompeo e Benjamin Netanyahu

Sia il segretario di stato Usa Mike Pompeo sia il premier Benyamin Netanyahu si sono detti fiduciosi che “altre nazioni arabe seguiranno l’accordo con gli Emirati”. In un incontro avuto a Gerusalemme, i due hanno esaminato gli ulteriori passi da intraprendere dopo l’intesa.

“Mentre mi accingo a proseguire questo viaggio – ha detto Pompeo – ho fiducia che vedremo unirsi altri paesi agli Emirati. Un fatto che contribuirà alla stabilità della regione e al miglioramento di vita degli abitanti”. Sul tema di una eventuale vendita, sulla scia dell’Accordo con i Paesi del Golfo, di F-35 agli Emirati,

Netanyahu ha detto “di non avere notizie di accordo di vendita di armi. La nostra posizione a questo riguardo non è cambiata. In ogni caso gli Usa garantiscono la supremazia militare di Israele”. Parole confermate da Pompeo: “quella supremazia – ha detto – sarà garantita”. Poi il tema Iran. “Come abbiamo previsto – ha evidenziato Netanyahu congratulandosi con gli Usa per la posizione al Consiglio di Sicurezza Onu – l’accordo con Teheran sul nucleare è fallito”.

“L’Iran – ha insistito Pompeo – non avrà armi nucleari”. Infine il tema coronavirus. “Abbiamo parlato della cooperazione contro il virus giunto dalla Cina” ha detto il segretario di stato Usa ribadendo la provenienza geografica del Covid-19 in aperto contrasto con la posizione di Pechino. “Israele – ha concluso Netanyahu – sta cercando un suo vaccino e non ha migliore amico degli Usa”.

(Ansa)

 

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

Condividi