Pompeo, “gli Usa non considerano
le colonie israeliane
contro il diritto internazionale”

mike-pompeo-benjamin-netanyahu-1240586

Gli Usa non considerano più contrarie al diritto internazionale le colonie israeliane in Cisgiordania: lo ha detto il segretario di stato Mike Pompeo in una conferenza stampa. “Dopo aver esaminato attentamente tutti gli argomenti di questo dibattito giuridico, abbiamo concluso che l’insediamento delle colonie di civili in Cisgiordania non è contrario al diritto internazionale”, ha spiegato, rinnegando un’opinione legale del dipartimento di stato che risale al 1978.

A part of work in Jewish settlement of Harmoun Hanatsave near the Arab neighbourhood of Ras al-Amud in Jerusalem on Oct. 30,2012. The Israeli occupation authority's approved to construct nearly 800 new settlement units in the Jewish Gilo neighborhood south of the city of Jerusalem, after Israeli Prime Minister Benjamin Netanyahu visits the neighborhood where he called for the continuation of settlement activity in the city so that it would remain the ?eternal capital of Israel?. Photo by Mahfouz Abu Turk

Pompeo ha aggiunto di sperare che gli Usa siano in grado di far avanzare in breve tempo la presentazione del piano di pace per il Medio Oriente.La reazione da parte di Israele non si è fatta attendere. “La dichiarazione Usa riflette una verità storica: che il popolo ebraico non è colonialista straniero in Giudea e Samaria (Cisgiordania, ndr)”, ha dichiarato l’ufficio del primo ministro Benyamin Netanyahu. “Infatti, ha continuato l’ufficio del premier, noi ci chiamiamo ebrei, perché siamo il popolo della Giudea”.

(Swi)

 

Condividi