Pugno duro e sanzioni di Trump
per la Corte penale internazionale
“Sono contro gli Usa e Israele”

Donald Trump

di Nick Ginbel –

Donald Trump ha firmato un ordine esecutivo che impone sanzioni alle persone coinvolte nelle indagini della Corte penale internazionale (ICC) su presunti crimini di guerra statunitensi in Afghanistan. L’ordine autorizza il segretario di Stato americano Mike Pompeo a congelare le attività dei funzionari dell’ICC coinvolti nelle indagini. Inoltre, Pompeo sarà autorizzato a impedire a questi funzionari di entrare negli Stati Uniti.

Abu Mazen

Il presidente Trump ha anche citato le indagini sui crimini di guerra dell’ICC contro Israele al momento della firma dell’ordine.”Nonostante la nostra richiesta, il tribunale ha anche perseguitato politicamente Israele, nostro alleato”, ha detto Trump. Il governo israeliano era consapevole che un simile ordine sarebbe imminente dopo la visita del Segretario Pompeo allo Stato ebraico il mese scorso.

Mike_Pompeo

Il mese scorso, Pompeo aveva rilasciato una dichiarazione insolitamente dura contro l’ICC per l’avvio di indagini per motivi politici. “Il Tribunale penale internazionale –  ha detto Pompeo -è un organo politico, non un’istituzione giudiziaria. Questo è stata confermata ancora una volta dal tentativo del procuratore della CPI di far valere la giurisdizione su Israele, che come gli Stati Uniti non è parte dello statuto di Roma che ha creato la corte  Il 30 aprile, il procuratore della CPI ha riaffermato il suo tentativo di esercitare la giurisdizione su Cisgiordania, Gerusalemme est e Gaza attraverso un nuovo deposito alla Corte. “.

Naftali Bennet

Naftali Bennett, presidente di Yamina, ha scritto su Twitter: “Grazie, ancora una volta,   DonaldTrump! La Corte penale internazionale   è un organo corrotto e ipocrita, usato dai peggiori nemici della libertà e della giustizia. Ottima la decisione della sanzione, questa farsa dell’ICC andrebbe chiusa.”

yelet Shaked

Per l’ex ministro della Giustizia Ayelet Shaked “La Corte penale internazionale è usata dai palestinesi e da altri per portare avanti campagne politiche contro le democrazie, distorcendo al contempo il diritto internazionale. Ci congratuliamo con il presidente Trump per la sua importante decisione di sanzionare la Corte”

 

Condividi