Questa sporca impunità
dei razzisti di Amsterdam

Screen-Shot-2018-11-09-at-6.54.31-PM-e1541782583745-640x400

La manifestazione antisemita di Amsterdam

di Ruud Comet –

Marianne Poot e Diederik Boomsma del Partito Popolare per la Libertà e la Democrazia e l’Appello Democratico Cristiano hanno chiesto all’amministrazione di Amsterdam di spiegare come possa essere stata possibile una manifestazione davanti al monumento a Piazza Dam per le vittime del nazismo e permettere l’incitamento anti-semita e anti-israeliano. Ma non solo. Hanno anche chiesto conto come sia possibile che venga permessa “la presenza di persone che raccolgono fondi per gruppi considerati un’organizzazione terroristica dall’Europa Unione.”

Marianne Poot e Diederik Boomsma

Diederik Boomsma e Marianne Poot

Alla manifestazione, dove gli attivisti portavano cartelli che mostravano la bandiera israeliana con una svastica invece della stella di David,  ha visto anche la grande partecipazione di uomini arabi.

Amin Abou Rashed

Amin Abou Rashed

Gli organizzatori hanno suonato dagli altoparlanti una canzone del rapper Ismo, famoso per avere contenuti antisemiti e omofobici nelle sue canzoni, dal titolo “Free Palestine”, dove si celebrano le gesta di un kamikaze che si fa esplodere a Tel Aviv. “Ora di punta a Tel Aviv, salite sul bus, chiudete gli occhi e desiderate la vendetta, solo la vendetta e fatevi saltare in aria”.  Nessuna sorpresa. Del resto Ismo è quello che anche cantato “Odio gli ebrei più dei nazisti”.

Simon Vrouwe

Simon Vrouwe

Amin Abou Rashed, un uomo identificato da Israele e da altre agenzie di intelligence occidentali come un operativo di Hamas nei Paesi Bassi, era presente all’evento insieme all’attivista del BDS Simon Vrouwe.

 

 

 

 

Condividi