“Questo amore è una camera a gas”
Questa volta Dagospia
la bomba ti è scoppiata in mano…

80417093_472099757055084_5369820399838167040_n

A volte caro D’Agostino, bisogna saper rinunciare al gusto di una facile battuta. Per il rispetto della Memoria e, perché no, per il rispetto di se stessi.

 Questo amore è una camera a gas, riecheggiare la canzone di Gianna Nannini, ironizzare con cinismo sulla storia di Helen Spitzer e David Wisnia e del loro amore sbocciato in quel teatro di morte chiamato Auschwitz, è uno stupido “inciampone” di un sito, spesso arguto, come Dagospia… Questa volta la bomba è scoppiata maldestramente in mano.

Condividi