Rimandati indietro
per “motivi di sicurezza”
novanta turisti turchi”

01

di Adir Amon –

Israele ha negato l’ingresso a 90 turisti turchi,  perchè il visto di gruppo presentato all’aeroporto di Ben Gurion era falso. Ai turisti è stato negato l’ingresso per “motivi di sicurezza”.

 Secondo l’Immigration Authority un agente di viaggio  israeliano ha falsificato il visto di gruppo. Gli è stato notificato in anticipo che avrebbe dovuto presentare altri documenti per avere il via libera per il gruppo, altrimenti non sarebbe stato consentito l’accesso a Israele.

o2

“Ed allora – l’Immigration Authority- per aggirare il divieto d’accesso ai passeggeri senza permesso, ha falsificato il visto di gruppo”. L’incidente è stato riportato dai media turchi come una “grande umiliazione”. I turisti, membri di una setta islamica, erano in visita organizzata dalla compagnia turca Sila Tour. Il gruppo sarebbe dovuto stare soprattutto a Gerusalemme.

Mustafa Bickioglu, un rappresentante della compagnia turistica, ha dichiarato all’agenzia di stampa ufficiale della Turchia Anadolu che il gruppo aveva ricevuto un visto collettivo dal consolato israeliano a Istanbul.

abb1215a806ac3897a1cafc7d2ff80f4

“Israele non fornisce visti separati per ogni passeggero alle compagnie turistiche che portano turisti a Gerusalemme”, ha detto Bickioglu  “Il documento rilasciato dal consolato funzionare ome visto per tutti i passeggeri.”  Bickioglu ha detto poi che 15 passeggeri sono stati immediatamente rimandati a Istanbul e altri 33 sono partiti tardi la sera. I restanti turisti rientrenno al più presto.

 

 

Condividi