Rimossi aTel Aviv
manifesti “violenti”
che incitano la violenza

133005662-a673e0e7-02af-4e2c-b41e-82856dc6e610

Ron Huldai, il sindaco di Tel Aviv, ha ordinato di rimuovere il manifesto gigante in cui Abu Mazen e Ismail Haniyeh, in ginocchio e bendati, implorano la resa. Lo slogan del manifesto di un gruppo della destra estrema dice “La pace è possibile SOLO con i nemici che sono stati sconfitti”.

Ron Huldai

Ron Huldai

Il sindaco Ron Huldai, laburista, ex pilota dell’aeronautica militare israeliana, ha detto che tutti i manifesti verranno rimossi perché “incitano alla violenza e richiamano le azioni dell’Isis e dei nazisti, ai quali noi non vogliamo essere accostati”.

(Repubblica)

 

Condividi