Rubava i soldi ai bambini di Gaza
per darli all’ala militare di Hamas
La vergogna del terrorista della Ong

ShowImage.ashx

Muhammad Murtaja, era il coordinatore di una Ong turca che distraeva i fondi per i bambini per darli all’ala militare di Hamas

Di mattina era un  importante manager che coordinava un programma di assistenza umanitaria gestito dal governo della Turchia, di sera era un uomo importante e determinante dell’ala militare di Hamas dove, tra l’altro, aveva il compito di sovraintendere all’addestramento militare e alle esercitazioni, nonché alla fabbricazione di ordigni esplosivi ed alla realizzazione degli scavi delle gallerie del terrore.  

TIKA-Murthaja-Pic-Article-635x357

Muhammad Murtaja, il terrorista in giacca e cravatta

Muhammad Murtaja, 40 anni, è stato accertato dallo Shin Bet che da dieci anni lavorava per l’organizzazione terroristica, ricoprendo ruoli sempre di primo piano e molto importanti. Murtaja, infatti, non  era un uomo soltanto d’azione ( a casa sua rinvenuto un vero e proprio piccolo arsenale, con bombe e fucili) anzi il suo apporto più importante è stato un altro. Da un lato  aveva il compito di acquisire informazioni utili per la precisione dei razzi di Hamas in fase di lancio contro Israele e dall’altro fornire risorse finanziarie per Hamas.

Ed è questo l’aspetto ancora più spregevole ed infamante dell’attività di Murtaja che lavorava per Tika, una ong del governo turco che aveva il compito di realizzare “progetti umanitari” nella Striscia di Gaza. Molti di questi progetti per i bambini di Gaza. Per alleviare la sofferenza di piccoli innocenti.

000_9Z494-e1461936591660-305x172

I bambini di Gaza

Ebbene, dall’inchiesta è emerso però che Murtaja ha ingannato l’organizzazione turca distraendo i fondi previsti (da destinare secondo i dettati “istituzionali” in alimenti, medicine, abiti ed altre esigenze di prima necessità soprattutto per i bambini) per i progetti umanitari nella Striscia di Gaza all’ala militare di Hamas in collusione con gli alti ranghi dell’organizzazione terroristica guidata da Ismail Haniyeh.

000_L2730-305x172

Il leader di Hamas Ismail Haniyeh

E l’indagine ha anche scoperto come veniva perpetrata questa truffa schifosa ai danni dei bambini. Murtaja forniva ai suoi superiori di Tika un elenco di bambini e residenti poveri della Striscia di Gaza che erano candidati a ricevere aiuti finanziari. Nomi fasulli. In realtà, quei denari finivano nelle tasche di Hamas o dei loro familiari. In questo modo, per mesi, soldi destinati ai bambini, agli indigenti sono invece andati ai leader del terrorismo palestinese.

Ahmed Jabari, Mahmoud al-Zahar e Raad Saad

Ahmed Jabari, Mahmoud al-Zahar e Raad Saad

Muhammad Murtaja, è stato accertato, ha così dirottato milioni di shekelim ai membri dell’ala militare di Hamas.

Così come è stato inoltre accertato che la Fondazione turca Ihh nata anche per aiuti umanitari non ha fatto altro che finanziare l’ala militare di Hamas così come già dal 2008 aveva denunciato da Israele. L’indagine ha scoperto che Mehmet Kaya, il coordinatore dell’ufficio di Gaza di Ihh, ha finanziato il leader di Hamas Ismail Haniyeh e Raad Saad. Il denaro trasferito dalla Ihh è stato utilizzato, tra l’altro, per la costruzione di un impianto per addestrare le forze marittime di Hamas, così come per l’acquisto di attrezzature e armi.

 

Condividi