Sachs al Caserta ExcellenCE
“Con Israele le nuove tecnologie”

convegno confindustria caserta-2

di Franco Meda –

 “Quest’anno – ha detto il presidente degli industriali di Caserta Luigi Traettino –  abbiamo scelto il tema dell’investment attraction perché è giunto il momento di aprire ancor di più Caserta all’internazionalizzazione. Possiamo contare sulla quarta area industriale più estesa del Mezzogiorno, il 54% del totale di quella campana, e quello di Caserta deve diventare modello di attrattività. Abbiamo deciso di invitare tre Paesi strategici per noi: India, che ha già un rapporto privilegiato con Caserta, vista la presenza di ben due multinazionali, Israele, una start-up nation con la quale stabilire nuove partnership basate sui giovani e sull’innovation technology, e Stati Uniti, nazione con cui abbiamo un rapporto storico”.

45491568_1898528896910251_1372055774045405184_o

Costanza Calabrese e Ofer Sachs

I lavori, coordinati dalla giornalista del Tg5 Costanza Calabrese, ha visto, tra l’altro, una  tavole rotonde, con al centro il tema della   l’internazionalizzazione con l’ambasciatore israeliano in Italia, Ofer Sachs, l’ambasciatrice indiana in Italia Reenat Sandhu, e il ministro consigliere per gli Affari Economici dell’ambasciata degli Stati Uniti, Jean Preston.“

45510331_1898528673576940_2850141229633503232_o

“Molti giovani israeliani, subito dopo il servizio militare, che da noi è obbligatorio e dura tre anni, iniziano ad intraprendere percorsi imprenditoriali.  Israele – ha spiegato l’ambasciatore Sachs – è Paese giovane e dotato di una grande dinamicità. E gran parte delle imprese messe su dai giovani – continua Sachs -sono, soprattutto, nel campo delle nuove tecnologie, anche senza una specifica preparazione universitaria. Il capitale umano è la nostra principale risorsa e credo che su queste basi si possano costruire diversi rapporti commerciali e relazioni importanti con le aziende di Caserta”.

 

 

 

 

 

Condividi