Saja’iyya, assalto alla barriera
Un terrorista morto, 4 i feriti

427120

di Yair Shalom –

Un palestinese è stato ucciso e altri quattro sono rimasti feriti dopo aver cercato di infiltrarsi nel sud di Israele dal quartiere di Saja’iyya nella striscia di Gaza gestita da Hamas. “L’infrastruttura di sicurezza è esplosa” mentre i terroristi tentavano di attraversare il confine della barriera di sicurezza. Secondo il ministro della Sanità di Gaza Sabri Ahmed Abu Khader, 24 anni, è stato ucciso dall’esplosione.

Df8_KbsX UAE FWHa

L’incidente è avvenuto diverse ore dopo che i jet israeliani avevano colpito nove obiettivi di Hamas.

I jet israeliani hanno colpito due unità militari di Hamas a Beit Lahia, il campo profughi di Al-Shati e un impianto di produzione di armi a Gaza City in risposta al lancio di aquiloni incendiari e ordigni esplosivi che bruciano oltre 10.000 dunam di territorio israeliano

Palestinians prepare an incendiary device attached to a kite before trying to fly it over the border fence with Israel, on the eastern outskirts of Jabalia, on May 4, 2018. Hundreds of Palestinians gathered on the Gaza border Friday for the sixth week of protests in which dozens have already been killed by Israeli fire. / AFP PHOTO / MOHAMMED ABED

Il ministro della Difesa Avigdor Liberman ha avvertito che l’esercito israeliano non permetterà ai palestinesi di continuare a lanciare aquiloni incendiari verso il sud Israele come hanno fatto negli ultimi mesi, causando milioni di dollari di danni, ma senza vittime. La sua dichiarazione è arrivata poche ore dopo che i jet israeliani hanno colpito nove obiettivi di Hamas in risposta alle dozzine di dispositivi aerei incendiari lanciati domenica.  “Se qualcuno pensa che possiamo continuare con gli aquiloni e gli incendi quotidiani (incendiari), si sbaglia”, ha detto Liberman mentre visitava una fabbrica Israel Aerospace Industries per firmare un accordo vicino al $ 1 miliardo di dollari con il Ministero della Difesa tedesco.

Nel Consiglio regionale di Hof Ashkelon, nella zona industriale di Ashkelon, nel Kibbutz Yad Mordechai e nel Netiv Ha’asara sono stati ascoltati diversi colpi di sirene di razzi in arrivo.  Secondo una dichiarazione dell’Unità dei portavoce dell’IDF, due dei proiettili sono atterrati in Israele mentre il terzo è atterrato nella parte settentrionale dell’enclave costiera. Nessun danno è stato riportato dai proiettili che sono stati i primi a essere sparati contro Israele in due settimane, la seconda salva da quando è stato concordato un fragile cessate il fuoco

Condividi