Saranno le madri di tre ragazzi
sequestrati ed uccisi da Hamas
ad “accendere” l’Independence Day

img894889

Rachelle Fraenkel, la madre di Naftali Fraenkel; Iris Yifrach, madre di Eyal Yifrach; e Bat Galim Sha’ar, la madre di Gilad Sha’ar,

di Amanda Gross –

Le madri di tre giovani israeliani che sono stati rapiti e uccisi dai terroristi arabi palestinesi nel 2014 prenderanno parte alla cerimonia di illuminazione delle torce che segnano il Giorno dell’Indipendenza di Israele. Rachelle Fraenkel, la madre di Naftali Fraenkel; Iris Yifrach, madre di Eyal Yifrach; e Bat Galim Sha’ar, la madre di Gilad Sha’ar, sono state invitate dal Ministro della Cultura israeliano Miri Regev ad essere le ospiti d’eccezione  della cerimonia dell’Indipendenza quest’anno.

Il 12 giugno 2014, tre adolescenti israeliani vennero rapiti da una cellula di terroristi di Hamas che operavano ad Hebron. I tre adolescenti sono stati rapiti a Gush Etzion, a sud di Gerusalemme, la dove si fermano i ragazzi per fare l’autostop

Eyal Yifrah, 19 anni, Naftali Fraenkel, 16 e Gilad Shaar, 16

Eyal Yifrah, 19 anni, Naftali Fraenkel, 16 e Gilad Shaar, 16

Diciotto giorni dopo, i resti dei ragazzi vennero trovati appena a nord di Hebron. La loro esecuzione provocò una grave escalation tra Israele e l’organizzazione terroristica di Hamas, culminata nel conflitto di agosto 2014 tra Israele e Gaza, noto come Operation Protective Edge.

Il giorno della cerimonia eccezionalmente tutte e tre le madri in lutto accenderanno una singola torcia – un onore solitamente esteso solo a un singolo ospite. Uno speciale comitato ministeriale per gli eventi statali ha approvato un provvedimento che consente di estendere l’invito a tutti e tre, consentendo loro di ricevere un invito congiunto.

.

 

Condividi