Scontri a Gerusalemme
tra polizia e ultraortodossi

 

coronavirus-comunita-ultraortodosse-israele-2-1299276_tn

di Fiammetta Martegani –

Nonostante le particolari misure di sicurezza prese dal governo israeliano per contenere il contagio del coronavirus all’interno delle comunità degli ultraortodossi – che rifiutano di rispettare le regole, soprattutto quelle che vietano gli assembramenti – in alcuni dei loro quartieri continua a regnare il caos.

coronavirus-comunita-ultraortodosse-israele-1299278_tn

A Mea Shearim, area a pochi passi dal centro di Gerusalemme, le forze dell’ordine hanno dovuto fare irruzione in un luogo di preghiera dove c’era un numero di praticanti di gran lunga superiore a quello stabilito dalle norme sanitarie. Gli Haredim hanno reagito aggredendo con violenza i poliziotti, tre dei quali sono stati ricoverati. Il ministro della Sanità Yaakov Litzman, ultraortodosso, ha criticato il comportamento della polizia che ha ferito anche una bambina.

 

Condividi