“Scusate siete ebrei?” “Si”
E accoltella padre e figlio
Ad Azzun, grave un ragazzo di 17 anni

F190907NI03-640x400

Azzun, a est di Qalqilya, in Cisgiordania, dove è accaduto l’attacco terroristico

di David Sinai –

Il ragazzo si avvicina timidamente, non avrà più di diciassette anni. Gli occhi vispi, i capelli arruffati. “ Scusate siete ebrei?”. Padre e figlio (Yosef Perez,  60 anni, e suo figlio Liber Perez, 17 anni) erano appena usciti da uno studio dentistico, un dentista arabo di Azzun, a est di Qalqilya, ed in quel momento non è che si è proprio “lucidissimi”, si sa. “ Si,siamo ebrei …” neanche riescono a finire la frase che il terrorista estrae un coltello e comincia a colpire . Prima il padre, poi si accanisce sul figlio. Una serie di colpi all’impazzata, prima di fuggire via a piedi facendo perdere le sue tracce.

forze di sicurezza israeliane conducono un'operazione di perquisizione a seguito di un attacco lancinante nel villaggio di Azun in Cisgiordania

sef Perez, 60 anni, di Ofakim e suo figlio di 17 anni, sono stati accoltellati in un attacco terroristico

Yosef Perez

Immediatamente vengono chiamati i soccorsi di Magen David Adom ed i due feriti vengono trasportati all’ospedale Meir di Kfar Saba. Subito ci si rende conto che le condizioni del diciassettenne Liber  sono gravi per una serie di ferite da taglio nella parte superiore del corpo. Per Yosef, il padre, le ferite sono fortunatamente molto più lievi e non destano preoccupazioni.

Naturalmente subito è cominciata la caccia al terrorista da parte dei militari dell’Idf.

Condividi